Oh, Agenzia dell’Entrate!

Breve sonetto in rima alternata (o dantesca) dedicato all’Agenzia delle Entrate rea di aver creato il dramma della fatturazione elettronica.

“Oh, Agenzia dell’Entrate fatale

tu che controlli le nostre mosse

non hai previsto le noie grosse

della neo-fattura in digitale ?.

E’ elettronica come la luce

ma non procede veloce, è sicuro

mentre noi aspettiamo quel futuro

in quest’Italia vecchia e truce.

Santo cielo, aspettare un’altra estate

era saggio, rimandando la coattiva

sai la gioia delle partite iva

che già ne inseguono cazzate.

L’adempienza ormai dilaga

di procedure sempre nuove

per non parlar dell’assicurazione

e del cliente che non paga.

Oh, Agenzia che creasti il dramma

carta e penna restano il meglio

nel frattempo con l’impegno

adeguavi il tuo programma.

Nulla cambia al cittadino

raccontava la réclame

che menando per l’aia il can

annunciavano il casino.

Alla bugia: “Basta pigiare il tasto!”

non abbocca l’architetto

gli sembra ieri che col dischetto

sgomitava nel catasto.

Comprendi, non spaventa il disonesto

se il sistema non funziona

se ne frega chi condona

la sanzione del richiesto.

Ma studiando bene il tutto

sono giunto a conclusione:

mò aderisco al forfettone

e del problema me ne fotto”.

(Foto di Stefano Corso via Flickr)

FOLLOW ME ON TWITTER: @chrideiuliis

vedi pure le poesie (clicca sul titolo per leggere):

La preghiera dell’architetto

Vafancul Inarcassa 

L'”Architemario- Volevo fare l’astronauta” di Christian De Iuliis, manuale di sopravvivenza per l’architetto contemporaneo, è pure un libro.

Regalalo per l’Epifania!. In vendita su amazon – clicca qui per acquistare, sul sito di overview editore – clicca qui, o su ibs – clicca qui

copertina L'Architemario x sito

(Visited 46 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 + 6 =