Posts tagged poesia

IL REGALO DI NATALE

Poesia in rima incrociata dedicata a chi non è riuscito a trovare il regalo di Natale al proprio partner e allora deve arrangiarsi all’ultimo minuto.   IL REGALO DI NATALE   “Se non t’ho preso il regalo, scusami amore. E’ la prima volta: puoi perdonare quante volte sono andato a comprare Robe importanti senza timore…. Leggi tutto

ADDIO AGOSTO

Poesia, in chiave chiaramente spiaggista, dedicata alla fine del mese di Agosto. Il componimento alterna quartine a rima incrociata a terzine in rima ripetuta.         ADDIO AGOSTO   “Addio Agosto mese sgraziato che arrivi cocente a Luglio sconfitto chiedendo euro tremila d’affitto al turista profano, che non ha capito   che Agosto… Leggi tutto

L’INCURIA

Piccola poesia in rima incrociata dedicata a chi fa dell’incuria un modus viventi o amministrandi.         “Ai voglia a fare cupole e palazzi la vera cura non là si manifesta dinanzi allo spreco la certezza resta: dura sistemar se non son propri cazzi !.   Perché: lo sguardo del distratto è sempre… Leggi tutto

LA ZANZARA

Breve poemetto in rima incrociata per esorcizzare il pericolo notturno ed estivo delle zanzare.           “La zanzara è un insetto molesto che d’estate rompe le palle senza la grazia delle farfalle tanto astuto quanto testardo.   Lei di giorno vive nascosta e ti illudi di esserne immune ma quando sono circa… Leggi tutto

SCHIUMA

Piccola poesia in quartine con rima alternata dedicata al fenomeno della schiuma marina.         “Si chiama il liquido denso che chiaro galleggia sul mare dal nulla proviene, io penso, da qualche mistero o dal fermentare   di troppi pensieri stagnanti che mentre qualcuno riflette la schiuma lava i bagnanti, se son donne,… Leggi tutto

IL NATALE NELL’AUSTRALIA

            IL NATALE NELL’AUSTRALIA (componimento in quartine a rima incrociata)   “Anche voi vi domandate come fanno gli australiani gli uruguagi, i brasiliani a far Natale in piena estate ?   Come fanno senza il gelo in camicia e a piedi nudi senza scarpe che poi sudi con il sole… Leggi tutto

LA PRIMA PIETRA

          Poemetto composto in occasione della posa della prima pietra della “Grande Opera” del movimento Spiaggista.    La prima pietra   “Chi vuole ripartir e dar peso al tempo faccia il vuoto dov’ora sosta il chiasso e liberi il pensiero nel frattempo rifletta bene e rallenti il passo.   Per dar… Leggi tutto

DELLA MUNNEZZ FURBETTO

              Breve sonetto in rima ripetuta o replicata (già adottata dal Petrarca nel “Canzoniere”) dedicato alla pessima usanza del furbetto della munnezza, di abbandonare il suo sacchetto non differenziato, nottetempo, in incognito e fuori dal consentito stazionamento.    “Nel buio della notte si palesa il furbo che dell’educazione fa… Leggi tutto