DELLA MUNNEZZ FURBETTO

sacchetto

              Breve sonetto in rima ripetuta o replicata (già adottata dal Petrarca nel “Canzoniere”) dedicato alla pessima usanza del furbetto della munnezza, di abbandonare il suo sacchetto non differenziato, nottetempo, in incognito e fuori dal consentito stazionamento.    “Nel buio della notte si palesa il furbo che dell’educazione fa cattiva giostra stringendo in pugno suo fatal sacchetto.   Come ogni volta a perpetrar lo sgarbo al suo fetor darà la mostra e si dimostra della munnezz furbetto.   Se fosse secco non sarebbe un... Leggi tutto →

CANTO DEL LETTIN FANTASMA

lettini

          “Sulla spiaggia dal sole arroventata il segreto è scritto in aforisma e la scoperta tanto il cor spaventa.   Si palesa sulla sabbia nel marasma Come un ombra o tale ad uno spettro Nell’enigma del lettin fantasma.   Giace solo e vuoto avanti e indietro sott’un ombrello prediletto nascondiglio ciabatte finte dal sapor furbastro.   «A chi appartien tale giaciglio ?» «Dove è sparito il suo padrone ?» Intorno alle risposte c’è accapiglio.   Lo sguardo si appassiona alla questione «Ci sarà per questo posto... Leggi tutto →

BLUES DEL VACANZIERE STANCO

stanco

            “Sulla spiaggia non c’è spazio. Sul traghetto non ci salgo ed il traffico è uno strazio tutti fermi nell’ingorgo. Oh yee   Il telefono già squilla. Alla doccia c’è chi urla. Al ristorante c’è la fila non c’è posto nella sala. Oh yee yee   Mangeremo sulle scale il panino col prosciutto. Sotto un sole tropicale con la birra faccio un rutto. (assolo di chitarra elettrica)   Ma il vigile cattivo non si muove a compassione. Lui ci sfratta, io dormivo ero in piena... Leggi tutto →

IL FERRAGOSTO DEL RIGHEIRA

balera

In molti pensano, erroneamente, che il Ferragosto sia una festa Righeira (per i più distratti: i Righeira sono le tribù di umani diversamente evoluti che infestano ogni tipo di luogo pubblico: dal centro commerciale alla spiaggia), ma non è così. Dopo anni di studi ed approfondimenti, gli scienziati sono concordi nell’affermare che, tra i festivi, il Ferragosto sia uno dei giorni in cui la presenza Righeira sia meno palpabile. I motivi sono diversi e sono rintracciabili nel timore di non trovare spazio sufficiente, dai costi che pensano lievitino e, spesso,... Leggi tutto →

DESIDERAVO SOLAMENTE UN “SI”

piaggio

Nel 1990 i quindicenni si dividevano in sole due grandi categorie: quelli che avevano il motorino come molti miei amici, e quelli che non lo avevano, come me. Possedere il motorino, come una volta si chiamava qualsiasi mezzo di trasporto a due ruote che potesse essere guidato anche da un non maggiorenne e dunque non patentato, rappresentava una sorta di autocertificazione verso l’indipendenza fisica. Averlo, specie d’estate, concedeva l’accesso ad una lunga serie di privilegi altrimenti negati. Ovviamente il possesso di un motorino non permetteva solo di compiere facilmente spostamenti... Leggi tutto →

SE LE STELLE NON CADONO PIU’

stella-cadente

Nell’estate del 1997, vent’anni fa, ho trascorso una parte della notte di San Lorenzo in spiaggia. Non era una cosa molto insolita, altre volte lo avevo fatto prima, ma quella del 1997 fu senz’altro la prima volta che la trascorrevo con una ragazza. Un tempo il giorno del 10 Agosto rappresentava una specie di snodo fondamentale dell’estate di ogni adolescente. Una sorta di ultima opportunità per “quagliare”, dopodiché l’estate andava a terminare e bisognava solamente organizzarsi per l’arrivo dell’Autunno. Per noi ragazzi del paese di mare, la fine dell’estate rappresentava... Leggi tutto →

ALLA SPIAGGIA DEI POVERI

spiaggia-poveri

          “Alla spiaggia dei poveri non sono ancora le nove quando Il sole si alza nell’azzurro spettrale stanno già raggiungendo centomila persone alla cerca del posto e di un pezzo di mare.   Altri lidi annoiati aspettan la mezza che il lusso all’alba non si scomoda presto rituale nobile di ogni sua altezza del lettino gigante e del comodo posto.   Dai poveri invece è già scattata la lotta arroganti abusivi sisteman lettini per frenar pendolari che arrivano in flotta han studiato il sistema per sfilargli... Leggi tutto →

20 COSE CHE NON SAPETE SUL CALDO

caldo

Secondo le cronache, questa appena trascorsa dovrebbe essere sarebbe stata la settimana più calda degli ultimi 10 anni. Tuttavia se tutto va bene entro qualche giorno le temperature dovrebbero tornare entro limiti accettabili. Nel frattempo ecco venti piccole informazioni sul caldo per favorire la resistenza. 1)     Guardare il tg4 o Studio Aperto che manda in onda il servizio con gli anziani sulla panchina del parco e i giovani che si bagnano nelle fontane aumenta la sensazione di calore del 30% 2)     Il caldo aumenta di molto l’irritabilità delle persone. In... Leggi tutto →

I GATTI DI LIPARI

gatti

        I gatti di Lipari sono quasi un milione. Li vedi sdraiati ad ogni portone. Se provi a destarli dicendogli “ciao” i gatti di Lipari concedono un “miao”. Di sera davanti ai bidoni fan gruppo gli piace li pescato, la carne e un po’ tutto. Ma quando il sole è nel punto più alto i gatti di Lipari si trovano un posto all’ombra del fico o alla base di un muro protetti dall’afa al riparo sicuro. In pochi dei gatti sanno il mistero ma non è una... Leggi tutto →

LE ISOLE EOLIE ALLE OLIMPIADI

tuffi

C’è un solo punto, nel mare, da dove si possono vedere tutte e sette le isole Eolie. Si trova poco al largo del molo di Ponente dell’isola di Vulcano. Prima di entrare in porto, il conducente del barcone rallenta leggermente e indica le sette isole. La conta dura meno di un minuto. Panarea spunta appena dietro il promontorio di Vulcanello e anche Stromboli si intravede appena sullo sfondo. Alle spalle Lipari sembra enorme, formando quasi un tutt’uno con Salina. Lontane, alla deriva sull’orizzonte ci sono Filicudi che ha la forma... Leggi tutto →

 
Back to top