10 COSE CHE SI VERIFICANO AI CORSI DI FORMAZIONE PER ARCHITETTI

formazione

Con questa storia che per restare architetti occorre raccogliere i punti come quelli della Mira Lanza, un’intera categoria professionale si sposta, in una sorta di nomadismo profugo, da un convegno all’altro, come in preda a convulsioni mistiche. Gli architetti, perseguitati da questo sistema intellettualmente involutivo, sono così costretti a regredire mentalmente verso uno stato preadolescenziale, quasi robotico. La frequentazione di questi corsi manifesta alcune mostruosità ed evidenzia fenomeni tipici del surrealismo lavorativo italico. Ecco dieci cose (anche irragionevoli) che si verificano ai corsi di formazione per architetti. 1)     Il discorso... Leggi tutto →

Un sussidio per gli architetti poveri

SOCIAL CARD PER ARCHITETTI

Dopo i primi provvedimenti del neogoverno, qualche categoria professionale e sociale ha sollevato obiezioni ritenendosi ignorata. Tuttavia voglio tranquillizzare tutti i poveri del nostro paese: è in arrivo per ognuno di loro una nuova lenzuolata di norme per aiutarli a sopravvivere in questo momento così drammatico. Il prossimo consiglio dei ministri si occuperà, dunque, delle persone più disagiate e cioè: i disoccupati, i pensionati con la minima e gli architetti. Alle prime due categorie sarà offerta la possibilità di andare e/o tornare a produrre in solide forme di lavoro protetto... Leggi tutto →

Votami. E’ un ordine !

VOTAZIONE-ORDINE1

Non so a voi, ma a me, in quasi tredici anni di iscrizione, personalmente, l’ ordine degli architetti mi ha scritto (bollettini annuali da pagare esclusi) una volta soltanto. E’ stato qualche tempo fa; in una D.I.A. avevo sbagliato l’altezza di un pollaio, valutandola maggiore di quella che era in realtà. I geometri dell’ufficio tecnico, notoriamente custodi inflessibili della legalità, avevano subito emanato un’ordinanza di sospensione dei lavori e quindi spedito la segnalazione all’ordine. Dinanzi a tale fatto, di così elevata pericolosità sociale, evidentemente preoccupato che le galline potessero trasformare... Leggi tutto →

 
Back to top