L’ARCHITETTO FIGLIO DI ARCHITETTO

padre-e-figlio

In questo paese, dopo il ’68, la prima e la seconda Repubblica e la rivoluzione  dei Millenials, è andata a finire che non conta più quello che si fa, ma quello che ha fatto (o fa) tuo padre. O tua madre, o tuo zio o, insomma, la tua famiglia. Per quanto ci si possa sforzare di emanciparsi alla fine il giudizio più fulminante sulle qualità di ognuno viene formulato in base alla discendenza. Bisogna arrendersi: si rimane sempre e comunque “il figlio di”. D’altronde lo canta anche il “Principe”: “Che... Leggi tutto →

L’ARCHITEMARIO – VOLEVO FARE L’ASTRONAUTA (il mio primo libro)

archi

Avendo rinunciato da un pezzo a diventare un architetto famoso, proprio l’altro giorno pensavo che prima di compiere 40 anni sono riuscito, invece, nell’obiettivo di pubblicare il mio primo (si spera non ultimo) libro. Il libro si chiama “L’Architemario – volevo fare l’astronauta” ed è il frutto di un paio di anni di collaborazione con il sito di critica architettonica presstletter.com, ideato e animato da Luigi Prestinenza Puglisi, sul quale intrattengo una rubrica che si chiama L’Architemario, appunto. Si tratta di una serie di racconti dal tono surreale sulle peripezie... Leggi tutto →

IL CLIENTE PERFETTO NON ESISTE

jacovitti

Con la crisi che c’è, nessun architetto può permettersi di lasciarsi scappare clienti, svincolandoli verso l’agguerrita concorrenza. Tuttavia vi sono almeno cinque categorie di clienti che possono compromettere gravemente la salute fisica e mentale dell’architetto e che quindi sarebbero da evitare. Pur nella consapevolezza che il cliente perfetto è una pura figura teorica, gli architetti per una questione di orgoglio personale, devono conservare la facoltà di rifiutare, se dinanzi compaiono alcune tipologie di potenziali clienti o presunti tali. Ecco la classifica dei clienti più pericolosi per un architetto. Al quinto... Leggi tutto →

 
Back to top