IL MESTIERE DEL MODULISTA

modulor

Un mio cugino di secondo grado si è appena laureato in modulistica. Si tratta di una laurea nuova, è uno dei primi che ottiene questo titolo. Prima aveva studiato architettura per tre anni, poi ha fatto due chiacchiere con altri architetti (anche con me) e ha cambiato facoltà. Così è successo che ha lasciato “Architettura” e si è iscritto a “Modulistica”. Al contrario di “Architettura”, “Modulistica” è una laurea che in Italia servirà molto in futuro. Il corso di laurea non è proprio agevole, sono 30 esami, tutti scritti. Mi... Leggi tutto →

LA LEVA ARCHITETTONICA DEL ’75

pizzetta

C’era ancora il sole sui tetti dei palazzi in costruzione. Eravamo giovani, con i capelli lunghi e le vertebre tutte allineate precisamente. Giocavamo con il pallone di gomma leggera, con i piedi, ma anche con le mani. I pantaloni ci andavano tutti larghi. La differenza tra l’anno in corso e il nostro di nascita dava risultati risibili, senza raggiungere le due decine. Fu un’ottima leva quella architettonica del ’75. La prima selezionata con un test attitudinale, non fisico ahimè (quello sarebbe servito dopo) ma intellettuale. A quel tempo già non... Leggi tutto →

L’ARCHITETTO FUOCO-ACQUA-ARIA-TERRA

four

Secondo uno studio del prestigioso istituto di scienze umane e sociali di Cascate di Sotto (BG), i professionisti sviluppano una naturale propensione alla propria attività in relazione al loro rapporto con gli elementi fondamentali del creato: fuoco, acqua, aria e terra. Tale distinzione vale anche e soprattutto per la categoria degli architetti che sono sempre chiamati a confrontarsi contro le forze incalcolabili della natura. Secondo il professor Varanzano, luminare e direttore dell’istituto, bisognerebbe addirittura suddividere gli architetti in elenchi separati a seconda della loro predisposizione ad interfacciarsi con gli elementi... Leggi tutto →

L’ARCHITETTO SPACCIATORE

spaccio

Oramai sempre più spesso si sente parlare di architetti che coltivano, a scopo sia personale che per spaccio, stupefacenti quali marijuana o hashish, in piccoli orti o in terreni di proprietà. L’ultimo caso in ordine di tempo è accaduto ad Ospitaletto, dove, in un deposito-garage al piano terra di un elegante condominio, sono stati rintracciati 60 chili di hashish. L’architetto, quarantaquattrenne, proprietario del deposito-garage, agli inquirenti avrebbe dichiarato “sono in crisi, perciò spaccio”. Secondo una previsione statistica, il fenomeno dell’architetto spacciatore si ingigantirà fino a che, nel 2025, il 50%... Leggi tutto →

L’ARCHITETTO NORMODOTATO

visitamilitare

Alla visita per diventare architetto, la commissione, dopo una serie di analisi mi inserì nella lunga fila dei “normodotati”. Avevo 26 anni, 9/10 di vista, 95 di torace e taglia 48 di pantaloni; non fu neppure indispensabile spogliarsi nudo, tanto certe cose si vedono subito, anche da vestito. Altri sono i fattori che fanno di un architetto un normodotato. Ci furono anche un discreto numero di architetti dichiarati superdotati ai quali, mi dissero, venne risparmiata molta della procedura standard. Degli architetti superdotati si persero immediatamente le tracce: entravano senza bussare... Leggi tutto →

LA COSTRUZIONE DEL PALAZZONE

palazzone

A pochi metri da dove abito, stanno costruendo un “Palazzone”. Il Palazzone (“P” maiuscola perché è nome proprio), nel linguaggio non tecnico dell’italiano medio, è qualsiasi costruzione che superi l’altezza di due piani. Per edifici uguali o minori di due piani, si parla infatti di villa o più disinvoltamente di palazzina, per dimensioni ancora più modeste si può utilizzare la parola “casa” o i diminutivi “casetta” o “casarella”. E’ facile intuire che solo il Palazzone, però, faccia notizia. Tutti hanno, prima o poi, un Palazzone che gli stanno costruendo accanto... Leggi tutto →

L’ARCHITERRORISTA

terrore

In tempi di integralismi religiosi, alimentari e politici, uno sparuto novero di professionisti appartenenti alla tribù degli architetti italici, coltiva il rischioso hobby del terrorismo. Non con finalità mistiche e neanche ideologiche od eversive, ma solo per mera deformazione lavorativa. Gli psicologi ci stanno ancora lavorando su, per ora si sa soltanto che si tratta un atteggiamento di sfiducia genetico o indotto che conduce l’architetto, in questo caso detto Architterrorista, a pratiche di violenza psicologica a danno degli inconsapevoli committenti, che ne diventano vittime. Secondo le più recenti teorie, l’Architerrorista... Leggi tutto →

FIGLI ARCHITETTI E TECNICHE DI DISSUASIONE

bimboarchitetto

Qualche giorno fa genitori disperati hanno assistito al triste spettacolo dei loro figli diciottenni che si sono cimentati nell’esame di ammissione alla facoltà di architettura. Madri che li imploravano di approcciarsi a studi più redditizi ed utili, come ingegneria elettronica o informatica, oppure di trovarsi un lavoro serio tipo il pasticciere o l’interprete dal cinese. Padri sconfortati già in cerca di una via di uscita alla futura disperazione economica dell’erede, scoraggiati dalla più che probabile emarginazione sociale alla quale sarà condannato. Eppure se un giovane decide, nonostante tutto, di affrontare... Leggi tutto →

BUONI PASTO PER ARCHITETTI

pasto

Come forse già sapete, grazie ad un decreto denominato MISE, i buoni pasto a disposizione dei dipendenti pubblici ora possono essere utilizzati anche in altri luoghi di ristorazione come  agri ed ittiturismo e mercatini. Effettivamente, che i beneficiati fossero costretti a spendere i buoni pasto solo nei ristoranti, trattorie e supermercati, era veramente vergognoso. Cosa avevano fatto di male gli agrituristici per non meritarsi le mazzette di buoni pasto ?. Questo provvedimento solleva e aggrava, a mio parere, il problema del pasto di altri professionisti. Ad esempio gli architetti che... Leggi tutto →

L’IMPORTANZA DEL BIDET

bidet

Troppo poco, a mio parere, si discute dell’importanza del bidet. Mai un dibattito in televisione, neanche alle tre di notte, mai un articolo di giornale, nemmeno sulle riviste specializzate di arredamento e design ci si interroga sulla questione. A volte si discute di fognature, buche nelle strade, raccolta differenziata, condizionatori d’aria, riscaldamento centralizzato, tutti argomenti meno decisivi. Su alcuni canali satellitari orientati  ci si interroga sulla qualità degli infissi o sul colore della boiserie, ma mai, e dico mai, che qualcuno apra una discussione seria sull’importanza del bidet. Nemmeno i... Leggi tutto →

« Older Entries

 
Back to top