Il viaggio di Giovanni

bici

La Domenica mattina Giovanni ancora si concedeva una gita in bici. Era praticamente l’ultima attività sportiva che riusciva a praticare, quella che gli concedeva il tempo che teneva libero ma soprattutto i suoi acciacchi. Il suo dolore cronico alla spalla risultato di una vecchia lussazione, le frequenti infiammazioni della cartilagine del ginocchio sinistro e ovviamente la schiena, a causa della quale aveva abbandonato l’ultima disciplina di contatto che, fino a tre anni prima ancora praticava, ovvero la partita di calcetto del Giovedi sera con gli amici. Gli era rimasta la... Leggi tutto →

L’ARCHINUTILE

maniglia-gonfiabile

Dopo la riforma dell’università anche l’architetto, che prima era solo un architetto e basta, ha aggiunto altre varietà di titoli al suo curriculum. Oggi definirsi semplicemente architetto è tremendamente banale, occorre aggiungerci almeno un aggettivo; per questo vanno per la maggiore gli ambientali, i paesaggisti, gli urbanisti, gli architetti d’interni, gli specialisti nel ramo “sicurezza”, ma anche quelli che preferiscono dotarsi dell’attributo in inglese, ad esempio il light designer, il manager, il fashion ecc.  Ma in realtà, vista la considerazione che si ha degli architetti in Italia, pressoché pari a... Leggi tutto →

PAOLA, LA LINEA, IL PRIMA E IL DOPO.

linea

Lei si chiama Paola. E pensa spesso, in questo frammento della sua vita, che deve esserci stato un momento, dove ha smarrito la direzione che credeva di condurre. Ci pensa la mattina presto, mentre fa colazione, durante il giorno, mentre è in coda alle poste o durante la pausa pranzo. Ci pensa di sera, quando cerca di addormentarsi. Ci pensa quando è da sola, ma anche quando è in compagnia (ma in realtà si sente sola). Se esiste quel momento, pensa Paola, deve esserci allora anche un “prima” e un... Leggi tutto →

SETTEMBRE: L’ARCHITETTO TORNA AL LAVORO

30-uva-e-fichi

Tra le cose più urgenti da abolire, subito dopo la pena di morte, la schiavitù ed Equitalia e a pari merito con il bollo auto, c’è Settembre. Lo sanno bene tutti i liberi professionisti superstiti di questo paese, ma, tra questi, l’architetto è quello che lo sa meglio di tutti. Partito per le ferie con grande ottimismo, ma costretto a pianificarle all’ultimo perché anche quest’anno non si sapeva se riusciva a farsele, l’architetto solitamente trascorre il suo Agosto disperato effettuando finte vacanze (un paio di giorni qui, un weekend là... Leggi tutto →

QUANDO VIVIANA SUONO’ CHOPIN

THELOVER

Viviana, il giorno del suo 45esimo compleanno ripensò alla hall dell’hotel Graal e a quella sera di Agosto del 1997. Fu per caso, rimettendo in ordine un cassetto della scrivania; quelle operazioni che, talvolta, si fanno quando si compiono gli anni, ovvero quando si prova a sistemare porzioni del proprio passato, anche se in realtà al massimo al passato puoi dare una rispolverata se decidi di conservarlo, oppure, in alternativa, buttarlo via. Viviana ritrovò una brochure di quell’hotel, in copertina la grande finestra della hall con vista sulla valle ed... Leggi tutto →

GLI AGOSTI PERFETTI DI MAURO

PIOGGIA

Per molti anni, Mauro aveva trascorso Agosti perfetti. Era stato negli anni della sua adolescenza, quando non ancora impaurito dalla vita, si era dedicato con grande tenacia ai suoi sogni e soprattutto all’amore. La perfezione dei suoi Agosti non era stata tanto ravvisabile nella assoluta realizzazione di quelle storie, ma nel percorso che ognuno di essa gli aveva indicato di fare. Un incontro, le prime parole lungo la riva del mare o di sera, su una panchina in piazzetta lontano dalla folla e poi il primo bacio, una serata speciale... Leggi tutto →

A 4 metri dalla riva (L’ombrellone arcobaleno di Gino)

ombrellone

Gino possedeva da anni un ombrellone con tutti i colori dell’arcobaleno, era un ombrellone di dimensioni minori del consueto e senza punta, finita chissà dove; insomma un piccolo ombrellone da spiaggia con una imperfezione. Quando un suo parente gli propose di passare qualche giorno al mare da lui insieme alla sua famiglia (quella di Gino e quella del parente), Gino fu molto felice; pensò che quell’anno aveva proprio bisogno di andare un po’ al mare, di starsene rilassato, sdraiato a pochi metri dalla riva alternando la luce del sole all’ombra... Leggi tutto →

GRANDE SUCCESSO PER LA NOTTE IN WHITE

bianco

Grande successo la notte scorsa a Minori (costa d’Amalfi, anzi Amalfi coast) per la disputa della gara, prossimamente disciplina olimpica, della notte in bianco, anzi “in white”, in ossequio all’internazionalità dell’evento. Dopo anni di preparazione soprattutto psicologica, questa volta ho deciso di prendere parte anche io alla competizione, anche perché dal mio giaciglio situato nella piazza centrale, godo di un’ottima posizione per ben figurare all’appuntamento agonistico. Prima di iniziare la prova mi ero recato in prossimità del campo di gara per cercare i giusti stimoli, che comunque erano già altissimi... Leggi tutto →

JULIA A FERRAGOSTO

autobus

Non si può dire se quello fu il giorno più fortunato di tutto il viaggio per Julia, certamente fu una coincidenza curiosa quella che la portò a visitare la costiera il giorno di Ferragosto. Julia era partita con il treno delle sei, ed era arrivata in città che era ancora presto. Con la sua sacca blu cobalto stretta da un nodo e le sue scarpette di tela bianche, vagava alla ricerca di un albergo e di uno sportello bancomat. Ma quello che più gli interessava era il mare. Voleva vedere... Leggi tutto →

IN COSTA D’AMALFI IL POLLO-TURISTA E’ DA SPENNARE

tafuri

I nostri amministratori dovrebbero andare più spesso al mare. Non al mare locale però, che andassero un po’ in giro per l’Italia e il mondo. In primo luogo perché non ci vanno mai e il mare fa bene e in seconda istanza per comprendere che ci sono anche altri sistemi per gestire il turismo balneare. Prima di qualche anno fa non facevo vacanze di mare, perché ritenevo che quelle in paese fossero già sufficienti. In realtà la costa d’Amalfi, a Luglio ed Agosto, è la peggiore vacanza di mare che... Leggi tutto →

« Older Entries

 
Back to top