A 4 metri dalla riva (L’ombrellone arcobaleno di Gino)

ombrellone

Gino possedeva da anni un ombrellone con tutti i colori dell’arcobaleno, era un ombrellone di dimensioni minori del consueto e senza punta, finita chissà dove; insomma un piccolo ombrellone da spiaggia con una imperfezione. Quando un suo parente gli propose di passare qualche giorno al mare da lui insieme alla sua famiglia (quella di Gino e quella del parente), Gino fu molto felice; pensò che quell’anno aveva proprio bisogno di andare un po’ al mare, di starsene rilassato, sdraiato a pochi metri dalla riva alternando la luce del sole all’ombra... Leggi tutto →

GRANDE SUCCESSO PER LA NOTTE IN WHITE

bianco

Grande successo la notte scorsa a Minori (costa d’Amalfi, anzi Amalfi coast) per la disputa della gara, prossimamente disciplina olimpica, della notte in bianco, anzi “in white”, in ossequio all’internazionalità dell’evento. Dopo anni di preparazione soprattutto psicologica, questa volta ho deciso di prendere parte anche io alla competizione, anche perché dal mio giaciglio situato nella piazza centrale, godo di un’ottima posizione per ben figurare all’appuntamento agonistico. Prima di iniziare la prova mi ero recato in prossimità del campo di gara per cercare i giusti stimoli, che comunque erano già altissimi... Leggi tutto →

JULIA A FERRAGOSTO

autobus

Non si può dire se quello fu il giorno più fortunato di tutto il viaggio per Julia, certamente fu una coincidenza curiosa quella che la portò a visitare la costiera il giorno di Ferragosto. Julia era partita con il treno delle sei, ed era arrivata in città che era ancora presto. Con la sua sacca blu cobalto stretta da un nodo e le sue scarpette di tela bianche, vagava alla ricerca di un albergo e di uno sportello bancomat. Ma quello che più gli interessava era il mare. Voleva vedere... Leggi tutto →

IN COSTA D’AMALFI IL POLLO-TURISTA E’ DA SPENNARE

tafuri

I nostri amministratori dovrebbero andare più spesso al mare. Non al mare locale però, che andassero un po’ in giro per l’Italia e il mondo. In primo luogo perché non ci vanno mai e il mare fa bene e in seconda istanza per comprendere che ci sono anche altri sistemi per gestire il turismo balneare. Prima di qualche anno fa non facevo vacanze di mare, perché ritenevo che quelle in paese fossero già sufficienti. In realtà la costa d’Amalfi, a Luglio ed Agosto, è la peggiore vacanza di mare che... Leggi tutto →

SULL’AEREO DEL RITORNO (Sardegna off)

aereo di carta

La letteratura non chiarisce il quesito se il viaggio di ritorno debba o non essere considerato parte del viaggio, o se questo si ritiene concluso nel momento stesso in cui si intraprende la strada del ritorno a casa. Da una Cagliari luminosa stamattina, un treno, questa volta moderno, ci ha accompagnato in aeroporto. L’aeroporto è il luogo perfetto per iniziare e finire un viaggio. Anche se il treno è più romantico, l’auto più indipendente e l’autostop più avventuroso. E poi il sollevarsi dal suolo è già di fatto un partire,... Leggi tutto →

SOPRA E SOTT’ACQUA (Sardegna giorno 6)

maschera

Cesare tornava sulla spiaggia di Is Traias, a qualche decina di chilometri da Cagliari, dopo giusto vent’anni. Poggiò la sua borsa sulla sabbia e diede uno sguardo intorno, giusto dietro alla collinetta, in alto, c’era ancora il villaggio vacanze dove trascorse l’ultima vacanza con i suoi genitori. Is Traias alle nove del mattino era ancora deserta, il vento leggerissimo soffiava da sud, quasi sud-est, dall’altro lato verso Simius c’era onda mossa e folla. Ma non era una questione di onda o di folla, Cesare voleva proprio tornare là, in quel... Leggi tutto →

CORAGGIO. PROVACI ANCORA

chiacchierare

Se c’è una cosa sulla quale i sardi non posso barare è la lingua. Per quanto si sforzino, per quanto provino a farne a meno, il loro accento torna sempre forte. Terra di molte lingue la Sardegna, o almeno questo angolo d’isola, che si tuffa nel mare. Il bus che ci porta a Cala Sinzias è preso d’assalto da uno sciame di extracomunitari di colore, ognuno con la sua busta azzurra colma di cianfrusaglie e speranze. Riempiono tutti i posti, con gesti abituali, si salutano tra di loro come impiegati... Leggi tutto →

WALTER E IL VENTO (Sardegna giorno 4)

vento

C’è almeno una cosa che distingue chiaramente chi vive lontano dal mare da chi ci vive accanto. Lo si capisce in un giorno di vento, meglio ancora se si vive su un’isola, meglio ancora se di piccola circonferenza, che puoi circumnavigare ed esporti da due lati. Giorno di vento oggi, 25 nodi dritti da nord-est, decisamente troppi per navigare, ma anche stare in spiaggia può diventare complesso. Guardiamo la mappa e scappiamo dal grecale, svoltando il capo Carbonara fino alla spiaggia Campulongu. Sul bus chiediamo all’autista se abbiamo scelto bene,... Leggi tutto →

A COSTA REI BIGLIE E TARTARUGHE

biglie

Narrano le cronache che la spiaggia di costa Rei, angolo sud-est della Sardegna, fosse sconosciuta a qualsiasi esemplare di turista, fino al giorno in cui, circa venti anni fa, uno scrupoloso viaggiatore, nonché collaboratore della guida Loonely planet, la citò come una delle dieci spiagge più belle del mondo. Da quel momento è diventata meta di numerosi amanti della sabbia bianca e del mare limpido. Centinaia di visitatori che però negli 8 km di spiaggia si disperdono. Questa è costa Rei, silenzioso tempio del bagno caraibico a solo un’ora di... Leggi tutto →

LA STORIA DI ARMANDO (GUARDIANO DEL FARO DELL’ISOLA DI CAVOLI)

cavoli

Questa storia avrebbe dovuta raccontarcela Jacopo, il capitano del gozzo che ci ha accompagnato nell’escursione intorno al capo Carbonara, questa mattina. Jacopo è un eccezionale guidatore di gozzo, lo dirige utilizzando sia gli arti superiori che inferiori, in particolare il piede sinistro che gli serve per decidere la velocità della barca mentre con la mano destra tiene la barra del timone e con l’altra mano si sorregge ai cavi tesi tra la tenda e lo scafo, per non cadere. Jacopo è giovane ma ha l’aria di chi la sa lunga,... Leggi tutto →

« Older Entries

 
Back to top