L’ARCHITETTURA E’ PASTA AL GRATIN

gratin

L’architettura in fondo è come il cibo, l’unanimità è quasi impossibile. L’unico piatto che mette tutti d’accordo è la pasta al gratin. Per questo anche l’architetto, se è in cerca di successo e consensi, deve proporre la pasta al gratin. E’, infatti, inutile che l’architetto provi a somministrare dosi minimaliste di prospetti simmetrici o gocce di citazioni dei maestri in dosi omeopatiche. Vano l’adeguamento allo stile rustico, o la ripida ascesa fino al kitch del lusso: l’architetto esperto sa che l’unico piatto che troverà il consenso di ogni palato sarà... Leggi tutto →

L’ARCHITETTO INVECCHIA PIANO

torta

Componimento di 8 quartine in rima alternata scritto in occasione del mio compleanno.   “L’architetto invecchia piano a quaranta è ancora un pupo sogna muto il multipiano sempre al ciglio del dirupo.   A trent’anni pensa in grande a cinquanta ha il cuore in pace ai suoi sogni e le domande ripensare non dispiace.   Certo il tempo è ancora tanto per non darla vinta a loro e cambiare orientamento dentro il mondo del lavoro.   E siccome invecchia lento ha tenacia ed energia per provar  lo scappamento e migrare... Leggi tutto →

SFIDE: L’ARCHITETTO CONTRO L’ALLUMINIO ANODIZZATO

alluminio

Giò Ponti sosteneva che tutti i materiali hanno una loro dignità. Tuttavia, quando lo disse, probabilmente non aveva ancora conosciuto il famigerato alluminio anodizzato. O faceva finta di ignorarlo. Gli architetti, nel corso degli anni, hanno dovuto sostenere numerose battaglie,sconfiggendo nemici che si credevano invincibili, ma nessuna di queste sfide è stata tanto faticosa ed impegnativa quanto quella contro l’alluminio anodizzato. Prima di tutto, perché l’alluminio è uno degli elementi più diffusi sulla terra, quindi non vi era neanche la possibilità che si esaurisse a breve, poi perché l’alluminio ha... Leggi tutto →

UN MESTIERE PEGGIORE DELL’ARCHITETTO

pizza

Secondo un sondaggio, che mi vanto di aver condotto personalmente, tre architetti su quattro, oggi vorrebbero cambiare lavoro. Tuttavia si tratta di intenzioni incaute perché attualmente non è così semplice, per un architetto qualsiasi, intraprendere un’attività migliore della sua, sia dal punto di vista economico che da quello dello sforzo fisico. Inoltre un architetto che cambia lavoro dovrebbe ripartire dal grado zero di qualsiasi altro mestiere e di solito i livelli base prevedono molti sacrifici. Un mestiere senza dubbio peggiore di quello dell’architetto è il garzone del “pizza a domicilio”.... Leggi tutto →

IL PESO DELL’ARCHITETTURA

peso

In architettura il peso è stato sempre una delle variabili più importanti da valutare, ma contemporaneamente molto complessa da misurare. L’unità di misura del peso sarebbe il Newton, ma si tratta di una misura che non gode di molta popolarità. Infatti viene utilizzata solo da vecchi nostalgici professori di fisica o da ricercatori universitari che vogliono acchiappare studentesse impaurite. Un’architettura si può pesare in chilogrammi se è molto piccola, oppure in chilogrammi su metro quadro se è di grandi dimensioni, ma in questo caso si litiga sempre su quale metro... Leggi tutto →

LE PROMESSE DEGLI ARCHITETTI

promessa

In questo periodo, sintonizzandosi a caso su uno dei centinaia di canali televisivi a nostra disposizione, è possibile apprezzare le numerose promesse che ci provengono dalla classe politica in campagna elettorale. Promettere è un talento: c’è chi sa giocare bene a pallone, chi suona il pianoforte, chi scrive belle poesie e chi è abile a promettere. Per formulare promesse, oltre al talento, ci vuole fantasia, calcolo e un pizzico di improvvisazione per le promesse istantanee, quelle che occorrono per risolvere blocchi imprevisti e fugare gli ultimi dubbi. In questo senso,... Leggi tutto →

L’ARCHITETTO SMONTA L’ALBERO DI NATALE

albero

Gli architetti, in genere, a Natale preferiscono costruire il presepe perché in esso materializzano tutte le loro visioni urbanistiche tra il concreto e l’utopia. Solitamente intervengono nella realizzazione dell’albero di Natale solo durante la fase della sua elevazione e fissaggio. In questo frangente possono mostrare le loro competenze strutturali con alcune valutazioni sorprendenti, tipo la resistenza al vento e l’indice di sicurezza al ribaltamento. Ma in sostanza, quando le feste sono terminate, nella quasi totalità degli ambienti domestici, all’architetto viene chiesto di smontare sia il presepe che l’albero di Natale.... Leggi tutto →

«Ti telefono a Natale»

vetro

Quando Simone ripensa oggi al Natale del 1990 gli viene sempre in mente quella canzone cantata da Fiorella Mannoia e che inizia con queste parole “Avere vent’anni non è mica semplice, ci vuole una vita per imparare”. Anche se in realtà Simone nel 1990 di anni ne aveva solo quindici, ma a maggior ragione, quindici è ancora meno di venti e quindi averli è probabilmente anche più complicato. Ma non è solo quella canzone a venirgli in mente, ci sono tutta una serie di immagini e ricordi che magari non... Leggi tutto →

La classifica dei 10 peggiori vicini di festa in piazza a Capodanno

festa

Ieri sera, in piazza per il capodanno, mi sono ricordato come mai non ho più voglia di partecipare a questi eventi tra la folla. La responsabilità è della mia intolleranza diffusa. Ho scoperto di essere intollerante a quasi tutto, come i vecchi, solo che ho ancora 42 anni e, dunque, quando ne avrò 80 (se mai li avrò) rimarrò chiuso in casa tutto il giorno a bestemmiare contro il governo, i giovani, i vicini e i presentatori della tv. Tuttavia, anche considerando la mia intolleranza dilagante, bisogna ammettere che alcuni... Leggi tutto →

IL NATALE NELL’AUSTRALIA

australia

            IL NATALE NELL’AUSTRALIA (componimento in quartine a rima incrociata)   “Anche voi vi domandate come fanno gli australiani gli uruguagi, i brasiliani a far Natale in piena estate ?   Come fanno senza il gelo in camicia e a piedi nudi senza scarpe che poi sudi con il sole alto in cielo ?.   Me lo chiedo ogni volta che il presepe costruisco con il muschio bello fresco dalla macera raccolta.   Del mostaccio fatto a rombo che ne sanno nell’australe ? che non... Leggi tutto →

« Older Entries

 
Back to top