Category Poesie

VAFANCUL INARCASSA

Sedici versi in rima, come da schema della canzone Petrarchesca (ABC-BAC-CDE…), per celebrare l’odierno pagamento del contributo integrativo di Inarcassa. VAFANCUL INARCASSA “O Inarcassa, Inarcassa severa che rovini del mio anno il tramonto chiedendo tributo da corrispettivo.

IL REGALO DI NATALE

Poesia in rima incrociata dedicata a chi non è riuscito a trovare il regalo di Natale al proprio partner e allora deve arrangiarsi all’ultimo minuto.   IL REGALO DI NATALE   “Se non t’ho preso il regalo, scusami amore. E’ la prima volta: puoi perdonare quante volte sono andato a comprare Robe importanti senza timore…. Leggi tutto

PREGHIERA DELL’ARCHITETTO

Dedicata a Santa Barbara protettrice degli architetti. Preghiera composta da 10 quartine in rima alternata.     “O Santa Barbara martire pura che proteggi tutti i pompieri scansaci sempre dalla paura e non ti scordar dei pòveri   architetti sempre indifesi dalla malizia della clientela dagli sportelli italianesi e dalla giustizia un po’ parallela  … Leggi tutto

ADDIO AGOSTO

Poesia, in chiave chiaramente spiaggista, dedicata alla fine del mese di Agosto. Il componimento alterna quartine a rima incrociata a terzine in rima ripetuta.         ADDIO AGOSTO   “Addio Agosto mese sgraziato che arrivi cocente a Luglio sconfitto chiedendo euro tremila d’affitto al turista profano, che non ha capito   che Agosto… Leggi tutto

L’AMARO DESTINO

Poesia in rima alternata dedicata al bagnante di Ferragosto.       “L’amaro destino del bagnante più estremo è svegliarsi al mattino con un solo pensiero che all’alba lo piglia preoccupando il neurone, gli rovina la sveglia e non c’è colazione.   Alle sette e quaranta come canta Battisti tradizione mai infranta degl’annual ferragosti.  … Leggi tutto

L’ASCETICA USTICA

Poesia in rima incrociata dedicata all’isola di Ustica.         L’ASCETICA USTICA “In tanti ragionano cercando l’altrove sfogliando riviste di posti lontani sognarono viaggi su confini spaziali sfumati nel vento di mille parole.   Magari l’altrove è dietro la porta nascosto dal vaso con dentro gli ombrelli seguendo la strada che dicono quelli… Leggi tutto

LA ZANZARA

Breve poemetto in rima incrociata per esorcizzare il pericolo notturno ed estivo delle zanzare.           “La zanzara è un insetto molesto che d’estate rompe le palle senza la grazia delle farfalle tanto astuto quanto testardo.   Lei di giorno vive nascosta e ti illudi di esserne immune ma quando sono circa… Leggi tutto

LA SPIAGGIA VACANTE

Sette versi plurisillabi per raccontare l’esperienza di un mattino sulla spiaggia vacante.           “Stamane son stato alla spiaggia vacante piacevole luogo di un tempo che fu quando felici si poteva andar giù a stendere il telo del villeggiante.   Oh, quanto spazio che c’era stamane quant’atmosfera alla spiaggia vacante nessuno che… Leggi tutto