L’ALFABETO DELLA PARTENZA

aliscafo

A come Amaro, il caffè di domani mattina B come “Basta che ci sta o’mare” C come Cartoline che non spediremo (oramai non si usano più, ma io non le spedivo già prima. L’ultima nel 1999, dalla Calabria) D come Dormire, almeno 9 ore a notte (si dice sempre, ma è già tanto se si arriva a 7, cioè come a casa) E come Enigmistica settimana (la compro solo una volta all’anno, però mantiene la mente giovane) F come “Figa ce n’è ?” (interrogativo tradizionale dell’italiano medio, ovunque egli si... Leggi tutto →

L’ARCHITETTO IN VACANZA

vacanza

Il brano che segue è tratto integralmente dal libro “L’Architemario – Volevo fare l’astronauta“ di Christian De Iuliis (Overview editore). Per acquistare “L’Architemario“  clicca qui Andare in vacanza con un architetto, va detto subito, non è facile; c’è chi ci va inconsapevole, chi per sbaglio, chi viene coinvolto con l’inganno, chi, viceversa, si fida (e poi si pente). In genere è proprio la locuzione “vacanza” che non è condivisa, poiché l’architetto spesso non associa a questa il significato di riposo che molti danno per scontato. Tuttavia gli architetti in vacanza non... Leggi tutto →

“L’architetto dentro” (cinque indizi per riconoscerlo)

00_schizzo-casa

C’è una pericolosa minaccia professionale che incombe sugli architetti. Insensibile al concetto di “rispetto delle competenze” e completamente all’oscuro del concetto di “deontologia”. Inoltre nessuna legge è in grado di metterla in condizione di non nuocere. Sto parlando dell’’”Architetto dentro”. L’”Architetto dentro”, tanto per intenderci è quello che te lo ritrovi all’improvviso sul cantiere che ti guarda perplesso, alza la mano (se educato) e ti suggerisce quello che devi fare, oppure arriva con la sua soluzione in tasca, magari disegnata in maniera approssimativa su foglio protocollo, e decide che è... Leggi tutto →

 
Back to top