CASA CON RINGHIERA E SPECCHIO

Non si è mai sufficientemente alti per comprendere bene le cose. Non è una questione di centimetri, ma di veduta, non è semplice raggiungere l’altezza adeguata per valutare i fatti e prendere una decisione.

Ma anche quando si è alla quota giusta, non basta. Non è sufficiente se non sappiamo guardare anche bene in noi stessi. Specchiarci in quello che siamo, in ciò che conosciamo, se abbiamo elementi sufficienti, se possiamo anche noi esserne idonei.

Càpita con gli umani: per essere giudici, occorre saper stare fuori. Avere una visione completa, non farsi ingannare dalle apparenze, rimanere oggettivi, ma anche possedere pietà, empatia; ovvero compassione, rispetto, comprensione. Sono doti rare da possedere tutte insieme.

Càpita pure per i luoghi; raggiungere un’altezza giusta, capire se siamo pronti, è una buona strategia.

Percorrerne i confini senza invaderli, riportarci dentro i ricordi, selezionare le parti dalle quali non vogliamo separarci. Tutto da un punto lontano, posto in alto o aldilà di uno specchio, da dove passano gioie e tormenti, pàrti ed assassinii, sorrisi e pianti. Tutto serve per fare un posto nuovo.

Poi, se siamo felici, rientriamo.

 

La casa con ringhiera e specchio si trova a Minori, in via Roma, la coppia di proprietari (lui ex-giudice) ha desiderato inserire nell’ambiente soggiorno un soppalco a ringhiera e di recuperare parte dell’arredamento esistente, tra cui uno specchio ovale, di “Argentiana” memoria.

(Visited 49 times, 1 visits today)