Sfide: l’architetto contro il rinnovo della firma digitale

Molti architetti, così come altre categorie di professionisti, sono alle prese con il rinnovo della firma digitale. Nessuno, oramai, può svolgere una professione senza dotarsi di questi strumenti tecnologici che (lo sanno tutti) facilitano di molto la vita, tipo la fattura elettronica (della quale parleremo in futuro).

Il rinnovo della firma digitale è una di quelle operazioni che, come molte altre, viene considerata assolutamente banale e reclamizzata con la frase “basta un click”; ma non è esattamente così. Dicevamo che si tratta di una sfida alla quale l’architetto non si può sottrarre: ma non solo è costretto ad affrontarla ma anche a vincerla per continuare ad esistere, almeno per quanto riguarda la sua posizione professionale.

Lo dico immediatamente e con una punta di orgoglio: io ce l’ho fatta.

Non è stato facile ma ho vinto. Ed ora, siccome sono generoso, vi spiegherò come ho fatto.

Quindi questo può essere, sostanzialmente, considerato un tutorial.

Il mio consiglio per riuscire a vincere la sfida contro il rinnovo della firma digitale è quello di effettuare alcune operazioni preliminari che non riguardano la sfera tecnologica ma quella personale.

Vi suggerisco dunque di prendervi una mezza giornata libera, vestirvi comodi, terminare di mangiare almeno tre ore prima. E comunque di mangiare leggero.

Raggiunto il luogo nel quale si effettua l’operazione è necessario: arieggiare bene il locale allontanando presenze ingombranti o fastidiose (tipo partner) o fragili (tipo figli piccoli). Distanziare, da un raggio d’azione di almeno 3 metri, oggetti contundenti o di valore frangibili. Dotarsi di una bottiglietta da mezzo litro d’acqua e di un calendario riportante la dicitura dei Santi protettori di tutti i 365 giorni dell’anno.

Prima di iniziare collocate lo smartphone in “modalità aereo”. Se si possiede un telefono fisso, staccatelo. Silenziate pure il citofono, se potete. Assicuratevi poi che la vostra firma digitale non sia già scaduta e di avere con voi una carta di credito o prepagata, tipo postepay.

A questo punto, se il locale è sufficiente arieggiato, richiudete le imposte. Eseguite qualche esercizio di streching per gli arti superiori ed inferiori e sistemate in posizione comoda la vostra seduta davanti alla postazione del pc e respirate a fondo.

Ora siete davvero pronti ad iniziare l’operazione di rinnovo della firma digitale.

Introducete il lettore con la scheda inserita (o la key), nella presa usb del pc ed assicuratevi che funzioni controllando il lampeggiamento della spia.

Aprite la mail dove vi è stata comunicata la scadenza della firma digitale e cliccate sull’icona “clicca qui per il rinnovo”. Seguite le indicazioni e verificate la sicura comparsa di un messaggio di errore.

Prendete il calendario e bestemmiate. (Da ora in poi tenete sempre il calendario a portata di sguardo).

Ricominciate controllando che sul vostro browser il certificato d’identità personale sia correttamente compreso tra quelli installati sul pc.. Verificate la sicura assenza del certificato dalla memoria del vostro computer.

Bestemmiate. Respirate profondo. Ribestemmiate.

Ricominciate scaricando nuovamente il driver della scheda di lettura della firma digitale dal sito del produttore, in questo modo reinstallerete il certificato nel browser del vostro pc. Controllate che tale operazione sia avvenuta con successo.

Adesso riaprite la mail e riposizionatevi sull’icona “clicca qui per il rinnovo”. Il messaggio di errore non dovrebbe comparire più. Se compare ripetete l’operazione di cui sopra, non senza aver bestemmiato nuovamente.

Ora confermate i dati della vostra identità personale, sempre se nel frattempo non avete cambiato genere sessuale o nome per guai con la delinquenza organizzata o per essere diventato un pentito di mafia sottoposto a regime di tutela per i collaboratori di giustizia.

Siete a buon punto. Idratatevi bevendo uno o due bicchieri d’acqua, dopodiché proseguite.

Seguite le istruzioni e scaricate il modulo di richiesta rinnovo firma digitale. Tale modulo, però, va firmato digitalmente.

A questo punto se la vostra firma digitale non è ancora scaduta, potete aprire il programma di firma digitale e proseguire. Se è già scaduta, bestemmiate fortissimo, spegnete il pc e arrendetevi perché oggi siete stati sconfitti e dovete cercarvi un altro tutorial per capire cosa fare.

Nel caso la vostra firma digitale sia ancora valida potete andare avanti; è però probabile che nel frattempo il lettore di scheda (o la key),  in questo trambusto, si sia disinserito e quindi vi compaia qualche errore oppure che il software per la firma non sia aggiornato.

Bestemmiate.

Respirate profondamente. Ribevete se lo ritenete necessario e ricominciate.

Rimettete con calma il lettore di scheda nella porta usb ed aggiornate il software.

L’operazione potrebbe richiedere qualche minuto, nel frattempo alzatevi, fate due passi nella stanza, aprite la finestra respirando a fondo, pensate a qualcosa di bello che vi faccia distrarre e sorridere. Dopo aver firmato digitalmente il modulo, procedete con l’upload. Il sistema vi manderà una nuova mail.

Ritornate nella vostra posta elettronica ed aprite questa mail che vi chiederà di effettuare il pagamento.

Non sviatevi guardando altre mail per non rischiare di perdere la concentrazione, neanche se vi avesse scritto l’Agenzia del Demanio promettendovi un posto di lavoro a vita.

Estraete dal portafoglio la carta prepagata e seguite le istruzioni per il pagamento, inserendo tutti i dati della vostra carta prepagata.

Come da consuetudine per tutti i pagamenti telematici, trattenete il fiato nell’attesa che il pagamento sia autorizzato.

In caso che il pagamento non vada a buon fine, dopo aver bestemmiato, accertatevi di avere denaro a sufficienza sulla carta, in caso contrario, uscite di casa recatevi allo sportello o presso un centro ricarica e aggiungete la somma sufficiente. Evitate qualsiasi altra distrazione o incontro e tornate velocemente alla vostra postazione per concludere le operazioni.

Quando avrete completato il pagamento, riceverete una nuova mail che vi avvertirà che avete praticamente terminato, basterà solo scaricare il software di rinnovo del certificato ed installarlo sul pc.

Respirate profondo. Fate altri due passi nella stanza per sciogliervi i muscoli, bevete ancora un sorso d’acqua e non perdetevi di coraggio che ce l’avete quasi fatta.

Tornate sulla pagina dedicata, scorretela verso il basso e scaricate il software per il rinnovo. Lanciate il programma, trattenete l’emozione ed inserite il pin della vostra firma digitale.

A questo punto dovrebbe comparire la scritta che il rinnovo della firma digitale è andato a buon fine, con la nuova data di scadenza.

Esultate. Avete vinto la sfida in un tempo assolutamente consono che può andare dai venticinque minuti ai tre giorni.

Ora siete pronti a firmare digitalmente i vostri documenti che vi consentiranno di essere giudicati senza dubbio colpevoli in qualsiasi, eventuale, disputa giudiziaria civile e penale.

P.S.: In realtà esiste anche un’alternativa più rapida ma anche più costosa: pagare qualcuno che lo faccia per voi.

P.P.S.: Per i credenti, c’è un ulteriore appendice: onde evitare la scomunica e le fiamme eterne dell’incendio, è indispensabile recarsi, entro le 24 ore, presso la parrocchia più vicina, chiedendo di costituirsi causa bestemmie. La sfida sarà definitivamente vinta solo dopo aver recitato per intero le 40 ave Maria e i 25 Padre Nostro previsti come minimo liturgico.

FOLLOW ME ON TWITTER: @chrideiuliis

Ti sei perso le altre sfide dell’architetto ? Clicca sui link per leggere e recuperare!.

contro i crediti formativi

contro il condono edilizio

contro il cemento armato

contro l’ufficio tecnico comunale

contro il cuggino del cliente

contro il ponte

contro l’avviso di garanzia

contro la cassetta di scarico del gabinetto

contro il condominio

contro l’unità esterna del condizionatore

contro la carta da parati

contro il tubo della pluviale

contro l’alluminio anodizzato

contro il pavimento senza “fuga”

L'”Architemario” è anche un libro.  In vendita su amazon – clicca qui per acquistare, sul sito di overview editore – clicca qui, o su ibs – clicca qui

La prossima estate “L’Architemario – Il MONOLOGO” – sara’ in tour. Per averlo all’evento nella tua citta’ chiama il 3896720412 o scrivi a: chrichristian@virgilio.it

copertina L'Architemario x sito

(Visited 286 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − 5 =