LA SPIAGGIA VACANTE

la-spiaggia-vacante

Sette versi plurisillabi per raccontare l’esperienza di un mattino sulla spiaggia vacante.           “Stamane son stato alla spiaggia vacante piacevole luogo di un tempo che fu quando felici si poteva andar giù a stendere il telo del villeggiante.   Oh, quanto spazio che c’era stamane quant’atmosfera alla spiaggia vacante nessuno che voleva fittarti un natante offrirti un ombrello o sedie nostrane.   Mi son risentito d’un tratto bambino quando al vacante era normale trovare posteggio sul litorale per far comunella col concittadino.   La spiaggia goduta... Leggi tutto →

RICCARDO E L’AMORE, PRIMA DELL’AMORE

porta

L’unica cosa che mi ricordo con precisione di Riccardo è che aveva le mani grandi. Cioè, non grandi in senso assoluto, ma certamente più grandi della norma per un tredicenne. Oppure semplicemente più grandi delle mie che ho sempre avuto mani molto piccole. Riccardo aveva le mani grandi perché era un portiere. E quell’estate fu acquistato dalla squadra del “Lido Florida” per il torneo di calcetto che si teneva in Agosto. Era l’estate di trent’anni fa, quella del 1988. In realtà quando dico “acquistare” vuol dire che lo avevano preso... Leggi tutto →

CANTO DEL LETTIN FANTASMA

lettini

          “Sulla spiaggia dal sole arroventata il segreto è scritto in aforisma e la scoperta tanto il cor spaventa.   Si palesa sulla sabbia nel marasma Come un ombra o tale ad uno spettro Nell’enigma del lettin fantasma.   Giace solo e vuoto avanti e indietro sott’un ombrello prediletto nascondiglio ciabatte finte dal sapor furbastro.   «A chi appartien tale giaciglio ?» «Dove è sparito il suo padrone ?» Intorno alle risposte c’è accapiglio.   Lo sguardo si appassiona alla questione «Ci sarà per questo posto... Leggi tutto →

ALLA SPIAGGIA DEI POVERI

spiaggia-poveri

          “Alla spiaggia dei poveri non sono ancora le nove quando Il sole si alza nell’azzurro spettrale stanno già raggiungendo centomila persone alla cerca del posto e di un pezzo di mare.   Altri lidi annoiati aspettan la mezza che il lusso all’alba non si scomoda presto rituale nobile di ogni sua altezza del lettino gigante e del comodo posto.   Dai poveri invece è già scattata la lotta arroganti abusivi sisteman lettini per frenar pendolari che arrivano in flotta han studiato il sistema per sfilargli... Leggi tutto →

 
Back to top