IL CUGINO GIANNI

cane

“Non crederete mai alla storia di mio cugino Gianni”, disse Oliviero davanti ad un piccolo capannello di gente, radunatosi sul marciapiede proprio sotto l’insegna luminosa del bar. Non era raro che Oliviero, uomo mite ed abitudinario, facesse là una sosta, pressappoco al centro del suo tragitto quotidiano, tra l’abitazione e l’ufficio. Erano le otto e dodici del mattino, Oliviero aveva a disposizione ancora diciotto minuti per raggiungere il suo posto di lavoro e strisciare, in perfetto orario come sempre, il badge. Intanto aveva iniziato a piovere e piccole gocce colavano... Leggi tutto →