LA TEORIA DEL PALETTO

paletti

Il mio prozio, scomparso il mese scorso, non ha mai raggiunto gli onori della cronaca. Ho controllato, il suo nome non è neppure su wikipedia. Eppure dovrebbe esserci perché è stato lui l’inventore della teoria “del paletto”, omologa di quella, ingiustamente più nota, delle “finestre rotte” descritta da Wilson e Kelling nel 1982. Quella “del paletto” non è una teoria come le altre, cioè ad uso esclusivo di sociologi o criminologi ma buona per tutti: uomini e donne, giovani e anziani, architetti, medici, avvocati, sportivi e pensionati. Il prozio arrivò... Leggi tutto →