STORIA DI UN ARCHITETTO E DI UNA ROSTICCIAIA

stlrk

Si conobbero una domenica sera. Erano soli entrambi. Lei, venticinque anni di bell’aspetto, automunita, capelli lunghi il giusto, occhi entrambi verdi. Lui un finto alto dalla barba scomoda e le mani fredde. Educato, troppo timido, architetto. Lei mai un uomo in vita sua, escluso Giorgio, pluriripetente del quarto ginnasio, stettero insieme due anni, li divise la cartolina militare. Fu l’esercito a sconfiggerli. Lui usciva da una storia lunga con Barbara. Sei anni, nove mesi, quattro giorni, tre ore e ventisei minuti. Fu Barbara a tenere il conto e a lasciarlo,... Leggi tutto →

Il purismo in architettura

La Roche

Nel 1963, quindi due anni prima della morte, l’architetto svizzero Le Corbusier (pseudonimo di Charles-Edouard Jeanneret-Gris) in un’intervista disse: “E’ con Villa La Roche, a Auteuil, che sono apparsi i pilotis, il tetto-giardino e le ricerche modulari”. Meno nota della monumentale Villa Savoye (che fu costruita nel 1931 quindi ben sei anni più tardi), Casa La Roche (costruita in collaborazione con il cugino Pierre Jeanneret, insieme al quale Le Corbusier lavorò dal 1922 al 1940) giunge al termine del “periodo parigino” di LC durante il quale, impegnato nella sua attività... Leggi tutto →

C’è un alieno a Poissy ?

Villa Savoye

Così come i fedeli si recano in pellegrinaggio nei rispettivi luoghi di culto, così architetti di tutto il mondo giungono a Poissy. Poissy, cittadina a meno di un’ora di treno da Parigi, ha il piacere di ospitare un santuario dell’architettura contemporanea, un esempio quasi irreale di manifesto culturale, talmente ideale da sembrare quasi finto, nonostante sia in cemento armato e sia un oggetto fisico, tattile. Le Corbusier costruì Villa Savoye tra il 1928 e il 1931, su commissione dei coniugi Savoye che chiesero all’allora 41enne architetto svizzero di realizzare la... Leggi tutto →

 
Back to top