da un finestrino di treno

valigia copy

Quando, circa quindici anni fa, ho cominciato questo mestiere, una delle prime cose che credevo avrei fatto, era viaggiare. Mischiando il desiderio di osservare, alla necessità di spostarmi; pensavo che avrei passato molto del mio tempo a inseguire treni e aerei. A riempire e a disfare valigie. Mi immaginavo di posare trolley in enormi sale d’attese ed intanto dare uno sguardo al giornale, agli orari o prendere appunti. Mi preoccupavo di inconvenienti, ritardi, imprevisti che mandavano tutto all’aria. Pensavo alle partenze, ma anche ai ritorni. Pensavo a stanze di albergo... Leggi tutto →

LA MIA CASA

IMG_4556

La mia casa ha il soffitto di legno, antico. Con travi circolari, tranne due che sono squadrate. Il restauratore mi spiegò che quelle tonde sono di castagno e quelle quadrate sono di abete; “se guardi bene” mi disse, “quelle di abete sono anche più chiare“. Io l’avevo già notato, ma imparai una cosa nuova. Sotto le travi ho sospeso le luci, mi piace che la luce viaggi su un filo e che in qualche modo galleggi nell’aria. Il pavimento è grigio chiaro, è stata una delle cose che ho scelto più... Leggi tutto →

 
Back to top