La migliore bellezza

ravello auditorium

A quattro anni di distanza dall’inaugurazione dell’Auditorium di Ravello, in costa d’Amalfi, l’immagine che mi ricordo con maggiore chiarezza di quel giorno sono gli studenti seduti sul pavimento delle stanze di villa Rufolo e villa Episcopio, giunti, anche da molto lontano ma senza l’invito, per poter assistere al dibattito sull’architettura contemporanea che si tenne quel giorno. In quel pomeriggio piovoso di Gennaio, stringendo tra le mani il mio invito, attraversai il corridoio dove questi ragazzi tenevano invece tra le mani un block-notes e la matita aspettando di guardare da uno... Leggi tutto →

Che duri e che si veda

Auditorium

Con maggior coraggio, l’auditorium “Oscar Niemeyer” di Ravello andrebbe intitolato non solo al suo progettista ma anche alla Costa d’Amalfi. Non me ne vogliano i ravellesi, ma quella costruzione è già, di fatto, patrimonio dell’intero territorio della costa e non di un Comune solo. Con questo non voglio sottrarre meriti a quella parte di Ravello che in questi anni ha sempre creduto nella realizzazione dell’opera, ma è evidente che la nuova architettura, per valori simbolici, ambientali e paesaggistici è (e sarà) parte e, allo stesso tempo, simbolo del territorio nel... Leggi tutto →

Ravello impari da Bilbao senza ripetere l’errore di Venezia

ravello auditorium

Nel 1951, Frank Lloyd Wright, uno dei più grandi architetti del XX secolo, fu invitato in Italia per una mostra delle sue opere a Firenze e la consegna di una laurea honoris causa a Venezia. Fu allora che al maestro dell’architettura organica un suo allievo, Angelo Masieri, chiese di progettare una casa al posto di un piccolo edificio di proprietà della famiglia Masieri tra Rio di Ca’ Foscari e il Canal Grande. Wright accolse la proposta ma quando Masieri si recò negli Usa per parlare del progetto, fu vittima di... Leggi tutto →

 
Back to top