LA PRIMA PIETRA

prima-pietra

 

 

 

 

 

Poemetto composto in occasione della posa della prima pietra della “Grande Opera” del movimento Spiaggista. 

 

La prima pietra

 

“Chi vuole ripartir e dar peso al tempo

faccia il vuoto dov’ora sosta il chiasso

e liberi il pensiero nel frattempo

rifletta bene e rallenti il passo.

 

Per dar principio all’opera grande

ci vuole sempre un atto di coraggio.

Son belli i desideri ma chi svogliato attende

rimane fermo al palo del miraggio.

 

Si può scavare un fosso o spianare bene

di pietra ruvida ci sarà l’urgenza

che’ le parole son macigni ma la roccia meglio tiene

per fare da angolare alla speranza.

 

Non sarà un palazzo o uno stablimento

nè una fabbrica o una villa al mare.

Ma solo l’iniziar del cambiamento

il segno che si smette di aspettare.

 

E dopo questa prima ce ne saranno mila

di pietre enormi da accostare

che l’opera grande fino al cielo sale

chi non inizia non può mai finire.

 

Lo spiaggismo che dei sogni fa la fiera

invita a coltivare l’inventiva

e di posizionar già da stasera

la prima pietra della vita nuova”.

(Minori, 31.8.17)

 

FOLLOW ME ON TWITTER: @chrideiuliis

Scrivi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


6 × = 18

Tags e attributi HTML consentiti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>