IL NATALE NELL’AUSTRALIA

australia

 

 

 

 

 

 

IL NATALE NELL’AUSTRALIA

(componimento in quartine a rima incrociata)

 

“Anche voi vi domandate

come fanno gli australiani

gli uruguagi, i brasiliani

a far Natale in piena estate ?

 

Come fanno senza il gelo

in camicia e a piedi nudi

senza scarpe che poi sudi

con il sole alto in cielo ?.

 

Me lo chiedo ogni volta

che il presepe costruisco

con il muschio bello fresco

dalla macera raccolta.

 

Del mostaccio fatto a rombo

che ne sanno nell’australe ?

che non resisto all’«esse e mele»

e sullo struffolo soccombo.

 

Non si tratta poi di un vezzo

che a Natale accanto al fuoco

facevam lo stesso gioco:

con gli spicci il sette e mezzo.

 

E’ così che lo ricordo

il mio Natale da bambino:

si provava nel giardino

l’esplosione di un petardo.

 

L’alberello nel salone

lo portava la vicina,

sopra i rami ancor la brina

lampeggiava dal balcone.

 

E mio padre sulla scala

sistemava la cometa

fino a che era completa

la parata della sala.

 

La zampogna era suonata

alle tre del pomeriggio,

quella nenia era un omaggio

alla casa apparecchiata.

 

Mi ricordo pure il nonno

al camino con la fiamma,

se in cucina c’era mamma

mio fratello suona il piano.

 

E nei giorni senza scuola

c’è mia nonna che friggeva

le patate ripeteva

«ai nipoti fanno gola».

 

Il bambino zelandese

ha ricordi come i miei ?

Ha gli stessi giubilei

e il rimpianto delle attese ?

 

Uno zio noi si attendeva

se tornava da Milano,

quel furgone che amavamo

i regali conteneva.

 

Il neonato senza angoscia

ponevamo il giorno dopo

la preghiera detta all’uopo

poi gli auguri sulla guancia.

 

Quella gioia quotidiana

non poteva mai bastare

e per non farci abituare

si affrettava la befana.

 

Il Natale nell’Australia

con quaranta gradi all’ombra

a me Natale neanche sembra

è un trenin senza rotaia.

 

Se sapevo da piccino

che da grande è tutto uguale

che il Natale è un po’ feriale

avrei fatto più casino.

 

Ora penso che il mio sogno

è cambiare l’emisfero

e un guardaroba più leggero

ma a Natale forse torno”.

 

FOLLOW ME ON TWITTER: @chrideiuliis

Scrivi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 + = 13

Tags e attributi HTML consentiti: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>