SFIDE: L’ARCHITETTO CONTRO L’AVVISO DI GARANZIA

raccomandata-78

Oggi se fai l’architetto da libero professionista e non ti sei beccato almeno due o tre avvisi di garanzia, non sei nessuno. Non conviene nemmeno dire in giro che fai l’architetto, perché si rischia di fare una cattiva figura. Anzi bisognerebbe scriverlo nel codice deontologico che se un architetto non prende almeno un avviso di garanzia ogni due anni, allora deve riconsegnare il timbro. Un po’ come la raccolta dei crediti, se non si riceve un po’ di attenzione dalla magistratura, magari anche con qualche rinvio a giudizio e, se... Leggi tutto →

LA CASA IDEALE DEL VECCHIO (D’ESTATE)

ilvecchio

Una volta si diceva “povero vecchio” ma ora non più perché poveri sono diventati i giovani mentre i vecchi si godono la loro bella pensione. In particolare, i vecchi maschi vedovi, che, da quando hanno sepolto la moglie, sono come ringiovaniti di almeno 20 anni ed ora non ne vogliono più sapere di morire, anzi, forse non moriranno più. Il vecchio abita in una casa assolutamente sproporzionata per le sue necessità (clicca sull’immagine per ingrandire). Ma è la sua casa ideale anche perché quella è la sua casa. L’ha, infatti,... Leggi tutto →

LA CASA IDEALE DEL CYBERBULLO (“HATER”)

hater

L’aspetto più preoccupante della diffusione della rete è senza dubbio l’espansione del fenomeno dei cyber bulli, detti più comunemente “hater” cioè gli “odiatori”. Il problema degli hater è molto serio anche perché è davvero complicato rintracciarli. I cyberbulli agiscono, infatti, in perfetto anonimato grazie a numerosi nickname tramite i quali frequentano tutti i social network grazie a profili senza generalità. Altra caratteristica del cyber bullo è la sua capacità di mimetizzarsi, vivendo in condizioni di assoluta normalità in case del tutto anonime, in banali condomini tra il centro e la... Leggi tutto →

IL “GHETTO DEI RESIDENTI”

bagni

Dopo aver visto le numerose bellezze della cittadina di Minori (costa d’Amalfi), ogni accorto turista dovrebbe dare uno sguardo anche ad una nuova, inconsueta, attrazione. Si tratta di una piccola striscia di spiaggia, della quale le guide turistiche ancora non parlano perché istituita da pochi anni, per la salvaguardia estiva della popolazione indigena che ha ancora in uso recarsi a “prendere i bagni”. E’ il “Ghetto dei residenti”, un luogo affascinante, aperto ad eventuali visitatori tutti i giorni della bella stagione, dall’alba fino al tramonto. Il “Ghetto” posizionato sull’arenile est... Leggi tutto →

 
Back to top