LA SENSIBILITA’ DELL’ARCHITETTO

fragile

Tra i dilemmi che la scienza moderna ancora non ha chiarito c’è senza dubbio quello legato alla sensibilità dell’architetto. Dato per scontato che l’architetto sia maggiormente sensibile rispetto alle persone comuni, il quesito è il seguente: ”Lo diventa in quanto studia da architetto o studia da architetto perché è già sensibile di suo ?”. Si tratta di un interrogativo troppo ampio, per il quale bisognerebbe scomodare fior di scienziati che, però, nel frattempo, sono già sufficientemente impegnati a mandare sonde su Marte e non hanno molto tempo a disposizione; tuttavia... Leggi tutto →

IL FALSARCHITETTO

GIARDINO

So che la cosa può sembrare impossibile ma accanto al fenomeno dei falsi dentisti, dei falsi d’autore e dei falsi invalidi, esiste anche il fenomeno del falsi architetti. Si tratta di un avvenimento che andava molto negli anni ’70, quando spacciarsi per architetto faceva molta impressione sia negli ambienti mondani che nei circoli politici. Nei momenti d’oro del mattone, essere un architetto con una solida tessera di partito in tasca significava avere la possibilità di progettare interi quartieri popolari, esercitandosi con forme bizzarre e ringhiere interminabili. Oggi  il periodo buono... Leggi tutto →

Anselmo e la pizza (margherita con prosciutto cotto)

cotto

Se qualcuno inventasse il concorso per l’uomo più abitudinario del pianeta, Anselmo avrebbe sicuramente  ottime chance di vincere il primo premio. Ma Anselmo non era stato sempre così, all’età di vent’anni si era ritagliato un anno sabbatico all’università, facoltà di lettere, e aveva fatto un lungo giro del mondo, arrivando fino in Nuova Zelanda, dove raccontava di aver imparato ad andare in barca a vela. Tornato a casa, si era messo seriamente a studiare e aveva conosciuto Roberta di tre anni più piccola; dopo la laurea aveva cominciato a lavorare in... Leggi tutto →

LA BORSA DELL’ARCHITETTO

Borse-uomo-720x427

Si sono versati, e si versano, fiumi d’inchiostro sull’argomento “borsa delle donne”, tanto da arrivare a dedicarci canzoni, talk show televisivi e spettacoli teatrali, ma colpevolmente si ignora il tema, altrettanto intrigante, della “borsa dell’architetto”. Per un architetto andare in giro con un appendice, che in alternativa della borsa può essere il tubo dei progetti o un semplice faldone di carte tenute insieme da un elastico, è assolutamente necessario. Un architetto che deambula senza nulla con sé, semplicemente non può essere, in quel momento preciso, classificato come un architetto, quindi... Leggi tutto →

IL CARNEFICE DELL’ARCHITETTO-VITTIMA

Molestatore-esibizionista

Uno dei nemici peggiori dell’architetto, schiavo innanzitutto della sua inconsapevole (e a volte incomprensibile) disponibilità verso chiunque, è la figura scientificamente nota come: “Cause Architect Generated Crisis A-Z” , che solitamente viene abbreviata con l’acronimo C.A.G.C.A.Z.. Gli architetti sono tormentati e dunque vittima dei C.A.G.C.A.Z. che lo ritengono una sorta di coscritto a loro completa disposizione, naturalmente in misura illimitata. La caratteristica del C.A.G.C.A.Z.  è la sua infinita disponibilità di tempo, come se non avesse altro motivo d’esistere che quello con il quale molesta l’architetto. Per cui rivendica la sua... Leggi tutto →

NEL PAESE DI V.

campanile

Luigi e Donato si erano ritrovati lungo quella statale a causa della chiusura dell’autostrada. Un camion di grandi dimensioni aveva invaso la corsia opposta rovesciando un carico di arance sulla carreggiata. Erano rimasti incolonnati per alcune ore, con l’aria condizionata alla velocità massima, finché erano stati deviati sulle vie interne, cioè sulla statale. Quindi si era trattata di una coincidenza, di un fatto occasionale, non voluto. Luigi infastidito dal contrattempo guidava nervoso lungo la via stretta, lungo i lati correvano i fossi utilizzati per l’irrigazione ma ora vuoti, al di... Leggi tutto →

IL FENOMENO DELL’ARCHITETTO JUNIOR

BAMBINO JUNIOR

Bei tempi quando l’architetto si riconosceva dalla sua bella borsa di pelle e il tubo dei progetti a tracolla, oggi il professionista architetto si cela dietro decine di sfumature, risultato dei numerosi tentativi di specializzare, accelerare, diversificare e disoccupare generazioni di temerari, lanciatisi nell’avventura di questo faticoso mestiere. In particolare desta ancora molta curiosità la figura dell’architetto junior. Dicesi “Architetto Junior” (AJ) un aspirante architetto che interrompe volontariamente o involontariamente gli studi al termine di un corso triennale, dal quale consegue un titolo sufficiente a definirlo comunque dottore in architettura... Leggi tutto →

 
Back to top