FINE DELL’ESTATE IN CUI SPARI’ LA SPIAGGIA LIBERA

mottarello-1

“Passano gli anni” cantava il poeta Battiato, “Cambiano i regni, le stagioni, i presidenti, le religioni ecc.”; nel cortile dove io giocavo a pallone da ragazzino ora ci sono degli orrendi vasi di fiori appassiti. “Io là ci sono cresciuto” racconterò ai miei nipoti, così come gli anziani ancora usano dire che una volta qui (e quando dicono “qui” indicano qualche condominio) c’erano solo giardini. Poi, intorno agli anni ’70, arrivarono quelli con la betoniera, sventolando le autorizzazioni rilasciate dagli amici sindaci, e sparirono i limoneti in paese. Nel frattempo, sia... Leggi tutto →

L’ARCHITETTO E LE MOSTRE D’ARTE

GAM Bologna

L’estate è il momento delle mostre d’arte, fateci caso: locali sfitti, vecchi negozi, chiese sconsacrate, depositi di alimentari andati a male (sia i depositi che gli alimentari), garage troppo umidi anche per le auto, qualsiasi spazio va più che bene per riempirlo di paccottiglia e organizzare una personale di un qualche pittore naive o un ensemble di designer riciclativi. Ma il vero problema non è il contenitore, né il tipo di contenuto di queste mostre, ma le persone che vi partecipano e le frequentano, specie durante il vernissage di inaugurazione.... Leggi tutto →

 
Back to top