Il cliente che non si fida

fidarsi-è-bene

Tra le molteplici varietà di clienti dell’architetto (che nel numero sono molto pochi ma come generi sono sempre troppi), ultimamente si sta facendo largo una nuova categoria particolarmente insidiosa poiché logora lentamente il professionista, costringendolo a ulteriori sforzi creativi prima dell’umiliazione definitiva. Sto parlando del cliente che non si fida. Il cliente che non si fida (da ora in poi CNSF) appartiene alla specie degli insospettabili che sono i più pericolosi poiché hanno tutte le premesse per essere ottimi clienti e per questo motivo vengono accolti dall’architetto con grandi dosi... Leggi tutto →

Le cinque leggende metropolitane da sfatare sul rapporto committente-architetto e altro ancora

comprocasa

Il moltiplicarsi di programmi tv patinati che raccontano di architetti super-fighi alle prese con ristrutturazioni di case super-fighe sta creando innumerevoli danni nella psiche di un’intera generazione di giovani maturandi che, sulla base di queste fiction televisive, scelgono di intraprendere gli studi per diventare architetto. Tra tutte le ricostruzioni fantasiose, quella che si allontana maggiormente dalla verità è il rapporto tra il committente e l’architetto, narrato sempre come un infinita luna di miele e senza il sottotitolo finale che avverte che tutto ciò è solo il prodotto della fantasia degli... Leggi tutto →

ASPARAGI IN RIVA AL MARE

Asparagi sulla spiaggia2

L’altro giorno ho scoperto come si chiamavano e a cosa servivano quegli strani pali, dritti, sulla spiaggia di Omaha beach che avevo visto nel film “Salvate il soldato Ryan” e in altri filmati o foto dello sbarco in Normandia. Non so se li avete presente, a volte erano sistemati inclinati con altri pali di supporto, oppure verticali, di altezza variabile. Si chiamano “Asparagi di Rommel”, dal nome del famoso feldmaresciallo tedesco, che li inventò per proteggere le coste francesi dallo sbarco alleato; ma li aveva posizionati, con alcune varianti, anche... Leggi tutto →

L’Architemario oltrepò: Padova !

DSCF2096

A Padova abbiamo ricevuto un’accoglienza di stampo “meridionale”: la città era in splendida forma, il clima mite e i padovani cordialissimi. L’unica cosa che non sono riusciti a dirmi è il loro piatto tipico. Però ho fatto in tempo a capire che la lasagnetta è veneziana e il baccalà è vicentino. Ecco un breve video dell’esperienza de L’Architemario a Padova.  

L’ARCHITEMARIO IN TOUR: TRAPANI (SICILIA, ITALIA)

trapani

Trapani val bene una messa (laica ovviamente), anche più di Parigi ! (cit. Enrico IV), sono stato in Sicilia, terra meravigliosa che ha accolto con grande gioia, l’ironia e la leggerezza de L’Architemario. Ecco un breve video-riassunto dell’accaduto. A Trapani dicono: “Ci ‘òli chiossài a dirlu chi a farlu” . Ovvero “ci vuole più a dirlo che a farlo”, intendo dire ad andarci. Poi mi dite se non è un posto splendido. Grazie a tutti i nuovi amici siciliani de “L’Architemario” e arrivederci a presto.

il teorema della colpa

colpa

Mi è giunta una mail (all’indirizzo: larchitemario@gmail.com), “gentile sig. De Iuliis, mi chiamo (omissis) sono uno studente al quarto anno della facoltà di architettura di Firenze, qualche tempo fa lei ha parlato del teorema della colpa (nel brano “le 12 peggiori paure dell’architetto” N.D.A.), la cosa mi ha molto preoccupato, mi può chiarire meglio di cosa si tratta ?”. Caro studente di architettura, fai bene a preoccuparti per tempo perché quando diventerai architetto non potrai sottrarti al postulato del teorema della colpa che così recita: “in un cantiere edile indipendentemente... Leggi tutto →

 
Back to top