L’ARCHITETTO IN TRIBUNALE

Sordi in tribunale

Da quando il reato edilizio è considerato socialmente più pericoloso dello sfruttamento della prostituzione, lo spaccio di droga e il sequestro di persona, non è raro che gli architetti frequentino i tribunali. Riconoscere un architetto in tribunale non è così semplice, esclusi gli avvocati, elegantissimi, tra i corridoi e le aule c’è sempre un via vai molto confuso dove pascolano esseri umani di varia natura ed estrazione sociale, nel quale l’architetto si confonde; tuttavia in funzione del motivo per cui si trova in tribunale, l’architetto, con un attento lavoro di... Leggi tutto →

TRA MOGLIE E MARITO METTI L’ARCHITETTO

casa_su_misura

Una volta se ne occupavano i suoceri oppure gli amici, poi sono arrivati gli assistenti sociali e gli avvocati matrimonialisti, oggi tocca agli architetti. Sto parlando del delicato ruolo di porsi come mediatori e pacificatori tra moglie e marito che trovano tra le pareti della casa il loro naturale terreno di scontro. Gli architetti chiamati a ristrutturare un’abitazione, dunque, vengono catapultati direttamente sul campo di battaglia preferito, dove gli scontri avvengono con frequenza quotidiana e per qualsiasi motivo. L’architetto, investito del medesimo ruolo di un casco blu dell’ONU, ha il... Leggi tutto →

10 buoni propositi per l’architetto nel 2015

http://www.dreamstime.com/-image3531821

Durante gli ultimi giorni dell’anno, in quasi tutte le case, in un angolo silenzioso, si consuma il rito della scrittura della “Lettera dei buoni propositi”. Qualcuno crede sia un’usanza in via d’estinzione, invece una recente indagine ha rilevato che circa un italiano su due scrive una “Lettera dei buoni propositi” per l’anno che verrà; in questa particolare statistica si distingue la specie degli architetti. Io non l’avrei mai detto, ma ben il 35% degli architetti italiani redige una lista di cose che ha intenzione di fare nel nuovo anno. In... Leggi tutto →

 
Back to top