L’ARCHITETTO AI SERVIZI SOCIALI

camerata1902

L’altro giorno, una signora che tra una telefonata e l’altra, credo sia (ancora) il ministro della giustizia, ha detto che in Italia ci sono 9 milioni di processi pendenti tra civile e penale. Concentriamoci sul “penale”, come avrebbe detto il mio vecchio professore di diritto. Diciamo che, dividendo a metà la cifra, ci sono 4,5 milioni di processi penali in corso. Ho guardato un pò le statistiche e ho scoperto che, in media, per ogni processo ci sono almeno 2.5 imputati. Quindi ci sono circa 11 milioni di imputati in... Leggi tutto →

Le 10 cose alle quali gli architetti credono ancora (seconda parte)

immagine per articolo

Continua la panoramica sulle 10 cose alle quali molti architetti si ostinano a credere. Nella prima parte abbiamo parlato dei concorsi, della capacità di comprensione dei capomasti, della pensione, dell’etica professionale e delle riunioni di lavoro. Di seguito i restanti cinque punti. Alla fine un breve test misurerà il grado di ingenuità dell’architetto. 6)   All’ordine professionale – La prima volta che un neo architetto si reca all’ordine degli architetti viene accolto con grandi sorrisi, strette di mano, pacche sulle spalle e auguri calorosissimi. A volte si tira fuori dal cassetto della... Leggi tutto →

Le 10 cose alle quali gli architetti credono ancora (prima parte)

asini che volano

Quest’anno i miei nipoti hanno scoperto che Babbo Natale non esiste. Gli è stato candidamente confessato per evitare traumi pre adolescenziali o emarginazioni scolastiche. Sulla Befana non mi sono informato, credo che anche lei sia stata smascherata. Mi dispiace, ma probabilmente è giusto così, c’è un età nella quale si smette di credere a certe cose e si comincia a credere in altre in funzione degli ambienti che si frequentano, alle amicizie, al lavoro. Gli architetti ad esempio sono una delle categorie più ingenue e credulone che esistano e molti... Leggi tutto →

 
Back to top