LA CLASSIFICA DEI 10 PEGGIORI REGALI DA FARE AD UN ARCHITETTO (non solo a Natale)

regalodinatale

Non so voi, amici architetti, ma io, in una decina di anni sono riuscito ad educare coloro che intendono, in occasioni di festività o anniversari, farmi dei doni, facendogli intendere almeno cosa evitare. In realtà, in principio, credevo che fare un regalo all’architetto, avendo costui molteplici interessi dislocati in vari ambiti della vita sociale, fosse un operazione piuttosto semplice. Invece proprio questa ampiezza di interessi può indurre il generoso “regalatore” a commettere errori imperdonabili. Per aiutare tutti voi “regalatori” con amici, parenti, coniugi o amanti architetti a non sbagliare ecco... Leggi tutto →

A NATALE PUOI …. REGALARTI UN POS

babbo-natale-rapina

Dal primo Gennaio dovrebbe andare in vigore una simpatica novità per la categoria degli architetti. Finalmente quando un cliente vorrà a tutti i costi pagare un architetto con la carta di credito non si dovrà più assistere a quelle noiose discussioni, così volgarmente formali, di professionisti che preferiscono i contanti o che si accontenterebbero anche di un bonifico o addirittura di un banalissimo assegno. In fondo chi di voi, amici architetti, non ha dovuto già litigare con un cliente che non voleva sentire ragioni ed insisteva per pagare con la... Leggi tutto →

GENERAZIONE MILLENOVECENTOSETTANTACINQUE (FINALMENTE TOCCA A NOI !)

JeegRobotdAcciaio18

L’altra sera mi è successa una cosa strana. Ve la voglio raccontare, magari a qualcuno è accaduta uguale e può aiutarmi a capire. E’ stata una specie di esperienza extra sensoriale, un caso di telepatia mediatica che mi ha sconvolto la Domenica sera. Dunque, ora a mente fredda, provo a raccontarvi questa sorta di viaggio psicotico effettuato senza assunzione di stupefacenti. Erano circa le 22, ero rientrato da poco a casa, ho cenato in modica quantità e non ho bevuto alcolici, mi pare solo un bicchiere di aranciata; quindi mi... Leggi tutto →

La rivoluzione degli architetti (19/11/2026) – 1ma parte

CHAGAL17

La rivoluzione degli architetti si tenne il 19 Novembre del 2026, cominciò intorno alle 9,00 e si concluse alle 22.34. Interessò le cinque principali città italiane: Napoli, Roma, Milano, Genova e Venezia. Con esiti alterni. Nel 2026 gli architetti italiani erano diventati quasi 200.000, 320.000 contando anche quelli in pensione, 380.000 mettendoci dentro anche gli studenti, 600.000 se includiamo nel conteggio anche i dottori in architettura e quelli che da architetti avevano cambiato lavoro. In Italia, dopo la deportazione coattiva, avvenuta dopo referendum popolare tre anni prima, nelle isole del... Leggi tutto →

 
Back to top