Fine di un’epoca

Ca Brutta

Ci sono almeno un paio di buoni motivi per considerare la “Cà Brutta” (nomignolo affibbiatogli subito dai milanesi) di Giovanni Muzio, l’edificio in via Moscova a Milano costruito tra il 1919 e il 1922, un’opera manifesto per l’architettura italiana del novecento. Ragioni architettoniche, storiche, di estetica. Muzio, in architettura, è senza dubbio l’interprete più alto di quel movimento artistico (solamente italiano), definito “Novecento” che ispirò tutte le arti dalla fine del primo conflitto mondiale fino all’arrivo della corrente modernista/razionalista degli anni ’30. Un periodo, quello in questione, tormentato e pregno... Leggi tutto →